Prima di tutto partiamo dal presupposto che il pane non è facilissimo da fare. Ci sono alcuni accorgimenti da seguire.Scegliere la farina giusta, non mescolare il lievito con il sale, se abbiamo tempo cercare di prolungare anche la lievitazione, e soprattutto impastare con cura. Ma ora andiamo a fare il pane. Cominciamo con quello bianco classico e nel tempo le varianti diventeranno davvero tante. Sarà la vostra fantasia a sbizzarirsi

Ingredienti:

250 gr. di farina 00

250 gr. di farina MANITOBA

315 gr. di acqua

40 gr. di olio EVO

1 cucchiaino e mezzo di sale

12 gr. di lievito di birra fresco ( gr. 3,5 se usate quello secco )

1 cucchiaino di miele

Preparazione:

Setacciate le due farine sul piano di lavoro, poi fate sciogliere il lievito in 100 gr. di acqua insieme al miele; sciogliete anche il sale in poca acqua, poi unite entrambi alla farina impastando con il resto dell’acqua. L’impasto deve risultare soffice e che si stacchi dalle dita facilmente. Impastate almeno per 15 minuti, risulterà liscio ed elastico. Ora mettete l’impasto in una terrina  spolverata di farina, chiudete con pellicola trasparente e mettete a lievitare per circa 2 ore. Deve raddoppiare di volume. Passato questo tempo, sgonfiate l’impasto e lasciatelo riposare altri 10 minuti.

Ora date all’impasto la forma di un filone e appoggiatelo sulla placca del forno infarinata o se volete su un foglio di carta  forno infarinata; cospargete il filone di farina e praticate sulla superficie dei tagli incrociati tipo losanghe.

A questo punto cuocete il pane per circa un’ora in forno caldo statico a 180 / 200°. Quando estrarrete il pane dal forno avrà una crosta abbastanza dura, non vi preoccupate, mettete a raffreddare il pane sulla griglia del forno. Prenderà così aria da tutte le parti. In questo modo l’umidità presente all’interno del pane fuoriesce lentamente, ammorbidendo la crosta.

Per avere delle belle fette tagliate regolari aspetteremo che sia ben raffreddato.